I Advanced Course in Visual Arts - Joseph Kosuth

 

1995

During the workshop, 1995 During the workshop, 1995 During the workshop, 1995

7 - 27 luglio 1995

I Corso Superiore di Arti Visive

Lavoro localizzato

Visiting Professor
Joseph Kosuth

Direttore
Annie Ratti
Curatori
Giacinto di Pietrantonio
Angela Vettese
Coordinarnento
Anna Daneri

"Il seminario tenuto da Joseph Kosuth, intitolato Lavoro Localizzato, ha messo in luce le problematiche connesse all'ideazione e alla realizzazione di un'opera d'arte. Nel corso del seminario ogni artista ha elaborato un progetto scritto che successivamente è stato presentato nella mostra di Fine Corso accanto alla realizzazione eseguita da un altro artista. Kosuth ha fatto a pezzi le singole individualità degli studenti, imponendo a ciascuno di loro di scrivere un progetto, di consegnarlo a un altro perchè venisse realizzato, di realizzare a sua volta un progetto scritto da un terzo studente. Le opere finali non avevano autore ed erano il risultato di un frazionamento dell'io in molti brandelli. L'aspetto della creatività che riguardava la sfera individuale ne risultava fortemente inibito, come del resto nelle opere del medesiomo Kosuth." (A. Vettese)

7 - 27 July 1995

I Advanced Course in Visual Arts

Located work

Visiting Professor
Joseph Kosuth

Director
Annie Ratti
Curators
Giacinto di Pietrantonio
Angela Vettese
Coordinator
Anna Daneri

"The seminar held by Jospeh Kosuth, Located Work, focused on the issues concerning the ideations and creation of a work of art.
During the seminar each artist elaborated a written project which was then exposed in the End of Course exhibition next to the work developed by another artist. Kosuth deconstructed student's single individualities, incouraging each one of them to write a project and then hand it to someone else who developed it. Every student gave their written project to another and develeped someone else's. The completed works did not have an author, the result was a fragmentation of the individual in many parts. The aspect regarding individual creativity was strongly inhibited, as we find in Kosuth's practice." (A. Vettese)