Giornate di studio - Colore. Il lungo viaggio da Est a Ovest

20 Settembre 2004 - 24 Settembre 2004

Colore. Il lungo viaggio da Est a Ovest
20 Settembre 2004

Corso - seminario

Corso-seminario a numero chiuso e a pagamento tenutosi presso la sede della Fondazione dal 20 al 24 settembre 2004.

Il corso, a cura di Chiara Buss, era articolato in cinque giornate “full immersion”, la mattina dedicata alla storia delle sostanze tintorie e significato simbolico del colore e il pomeriggio al laboratorio Japanese and European Adaptations of Silk Resist Dyeing and Painting, insegnamento pratico di tecniche di tintura e pittura a riserva su seta.
Le lezioni del mattino svolgevano la storia delle diverse sostanze vegetali e animali impiegate nella  tintura delle fibre tessili, toccando: la loro origine orientale e il viaggio dall’Asia sino ai centri di tessitura del Mediterraneo; lo sviluppo delle tecniche tintorie, sempre tenute nel massimo segreto; il significato simbolico dei colori nell’abbigliamento laico e religioso dall’antichità al Settecento, in un continuo confronto tra le origini orientali  e il loro sviluppo in Occidente.
La giornata di chiusura è stata  dedicata alla scoperta delle tinture di sintesi chimica (1856) e al loro impatto sulle tecniche di stampa, le tipologie disegnative nel tessuto, e su tutte le branche delle arti visuali. Chiudeva la mattina una tavola rotonda sui tessuti antichi conservati presso il MuST che permetteva ai partecipanti di avere la visione diretta di preziosi reperti e dava loro la possibilità di perseguire indagini specifiche, anche individuali.
Le lezioni storiche sono state tenute dai maggiori esperti di storia del costume e del tessuto, dell’arte islamica, iranistica, storia moderna e storia della chimica: Paolo Bensi, Chiara Buss, Grazietta Butazzi, Giovanni Curatola, Maria Rosa Montiani,  Adriano Rossi
Il laboratorio tenuto da Monika Engel - artista e docente di tecniche tessili a Rohrbach (Germania) - introduceva alle tecniche di tintura e decoro a riserva di antica tradizione giapponese: “a cera”, “a spatola”, “per legatura”. Oltre ad una versione attuale di tali tecniche, è stato insegnato un metodo di tintura “a spatola” sviluppato recentemente dall’artista, con la quale ogni allievo ha realizzato tre opere su seta.