Ritratti di Signore - Tessuto, moda e pittura tra Otto e Novecento

01 Aprile 2011 / 01 April 2011

la sezione dedicata all'accostamento tra righe bianco/nere e fiori Libro lionese di disegni per pizzi della ditta Allardet accostato a un colletto di merletto Due abiti ricamati di primo Novecento e una cappa di velluto stampato di Fortuny (collezione privata, Como) La sezione dedicata al confronto tra dipinti di Boldini e tessuti La sezione dedicata al confronto tra dipinti di Boldini e tessuti La sezione dedicata al confronto tra dipinti di Boldini e tessuti Due abiti da sposa di inizio Novecento e un abito da pomeriggio La sezione dedicata ai tessuti a tema animale Blusa dal corredo di Emilia  Stoppani, 1912 ( MuST, donazione Nava)<br />
La sezione dedicata alle piume di pavone, con un piccolo dipinto di Piero Persicalli Cappello con piume di struzzo e ventaglio dal corredo di Emilia Stoppani, 1912 (MuST, donazione Nava) La sezione dedicata a pizzi e agréments Accostamento tra un ritratto di Giovanni Boldini e una pagina di libro campionario con velluti operati coevi
Occasione ispiratrice della mostra è stata la grande esposizione intitolata  Boldini e la Belle Epoque tenutasi nello stesso periodo a Como a Villa Olmo.
La mostra nella sede della Fondazione presenta  tessuti, gruppi di abiti e accessori provenienti dalle raccolte del MuST, del Museo Didattico della Seta e da raccolte private italiane, suddivisi per nuclei tematici e accompagnati da puntuali riferimenti pittorici, rappresentati da ritratti di signore che indossano abiti realizzati con tessuti molto simili a quelli esposti; i pittori rappresentati vanno da Sargent a Tissot, Wimmer Wisgrill, Italico Brass, Lino Selvatico ltre che, ovviamente, Giovanni Boldini.
Dagli archivi del MuST, ricchissimi di reperti relativi a questo periodo, e da collezioni private, sono uscite sete operate e stampate, nastri e una ricchissima selezione di tulle ricamati, pizzi, velette, passamanerie, i così detti agrément citati dalle riviste francesi. Sono materiali che caratterizzano il contenuto di libri campionario di grande interesse per gli storici della moda e del tessuto e per i creativi contemporanei in cerca di spunti insoliti e inediti; soprattutto rappresentano una parte poco esplorata della collezione, rappresentativa di un gusto di fine Ottocento testimoniato frequentemente dalla ritrattistica del periodo. Un'intera sezione è stata dedicata al confronto puntuale fra i ritratti di Boldini esposti a Villa Olmo e i tessuti conservati al MuST, permettendo così ai visitatori di immaginare con buona approssimazione quali fossero i materiali con cui erano confezionati i vestiti delle eleganti dame ritratte.
Accanto ai tessuti, per rievocare il fascino di forme sinuose tipiche del Liberty e il lusso di lavorazioni raffinate, sono in mostra un gruppo di abiti provenienti da collezioni private, che coprono l'arco temporale che va dai primi anni del Novecento alla fine della prima guerra mondiale.






Ritratti di signore-Tessuti moda e pittura tra Ottocento e Novecento
Data: 1 aprile – 24 giugno 2011
Orari mostra: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17

Il 2 giugno 2011 la mostra sarà chiusa

Luogo: Fondazione Antonio Ratti,
Villa Sucota, via Cernobbio 19, Como

Info: MUST tel. 031 233224/227

Comunicazione
Teresa Saibene tel. 031 233211
ufficiostampa(at)fondazioneratti.org





Portraits of Ladies – Textile, fashion and painting between the Nineteenth and Twentieth centuries

Date: 1 April – 24 June 2011
Opening times: Monday to Friday, from 10am to 5pm

On the 2nd of July the exhibition will be closed

Where: Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota, via Cernobbio 19, Como - I

Info: MUST tel. +39 031 233224/227

Press Office
Teresa Saibene t. +39031 233211
ufficiostampa@fondazioneratti.org