Tacita Dean - Craneway Event

09 Luglio 2014

Craneway Event, 2009. Film still. Courtesy the artist, Frith Street Gallery, London and Marian Goodman Gallery, New York/Paris
Craneway Event, 2009. Film still. Courtesy the artist, Frith Street Gallery, London and Marian Goodman Gallery, New York/Paris
Autrice di disegni, fotografie e installazioni audio, Tacita Dean è famosa soprattutto per i suoi film: pellicole basate per lo più su riprese fisse e sul suono in presa diretta, dal passo lento e contemplativo. Che ritraggano grandi artisti arrivati al termine della vita o fenomeni ottici rari e fuggevoli come il “raggio verde” del sole al tramonto, il loro vero soggetto è sempre il trascorrere del tempo – e la bellezza struggente di ciò che il tempo cancella. Per questo l’artista si mantiene tenacemente fedele alla celluloide, un medium in cui, a differenza di quello digitale, l’immagine si incide in modo diretto e irreversibile su un supporto materiale, e come tale è soggetta all’azione del tempo. A Merce Cunningham (1919-2009), uno dei maggiori coreografi della seconda metà del XX secolo, Dean ha dedicato due opere. La prima è un ciclo di sei cortometraggi del 2008 in cui il coreografo interpreta i tre movimenti del celeberrimo 4’33” di John Cage. Il secondo lavoro, presentato in questa mostra per la prima volta in Italia, è Craneway Event, girato l’anno stesso della morte del coreografo. Nel film – uno dei più lunghi mai girati da Dean, e uno dei suoi capolavori – Cunningham, con una concentrazione non affievolita dall’età, dirige da una sedia a rotelle le prove della sua compagnia di danza in un’enorme sala le cui vetrate si affacciano sulla baia di San Francisco. Il pezzo a cui lavora è un “event”: così Cunningham chiamava le coreografie destinate a luoghi extra-teatrali, create ricombinando elementi dei suoi spettacoli precedenti.

Tacita Dean - Craneway Event

Inaugurazione 9 luglio ore 19.30 / Preview 9 July 7.30pm
10 luglio - 28 settembre / 10 July - 28 September

Proiezioni / Film screening times
Giovedì - Domenica / Thursday - Sunday
4pm and 6pm

Chiusura estiva / closed from 11 - 27 agosto/August

Spazio Culturale Antonio Ratti
ex Chiesa San Francesco
Largo Spallino 1, Como




Although she also makes drawings, photographs and sound installations, Tacita Dean is best known for her films, which often use fixed frames and ambient sound, and therefore have a slow and contemplative pace. She has portrayed artists at end of their lives and rare optical phenomena, like the “green ray” visible at sunset, yet her real subject matter is the passing of time and the touching beauty of what time erases. This is one of the reasons why the artist remains faithful to photochemical film, a medium where – as opposed to digital – the image is imprinted directly and irreversibly into the support, which, when projected, also gets exposed to the ravages of time.
Dean has dedicated two of her works to Merce Cunningham (1919–2009), one of the most important dancers and choreographers of the 20th century. The first is a series of six short films from 2008, where the choreographer performs to John Cage's famous 4'33” in three movements. The second work – presented here for the first time in Italy – is Craneway Event, finished in the year Cunningham died. In the film – Dean's longest and one of her masterpieces – Cunningham, by now in a wheelchair, rehearses over three days with his company in a former factory overlooking San Francisco Bay. They are practising for an “event”, which is how Cunningham named dance projects made for non-theatrical spaces, created by combining sequences from his past work.