CORSO: ORIENTALISMO

21 Febbraio 2019

ORIENTALISMO
con Chiara Buss e la partecipazione speciale di Sophie Desrosiers

21, 28 febbraio e 7, 14, 21 marzo 2019

Quattro incontri con Chiara Buss per analizzare secoli di stretti contatti e scambi tra la cultura asiatica e quella mediterranea e, più tardi, tra quella europea e le specifiche culture di Cina, India e Giappone. Un fluire continuo di merci e idee che, in Europa,  fu tradotto in tecniche tessili, disegni  e fogge d’abbigliamento della cui origine “esotica” si è spesso persa memoria. Oppure si è manifestato  in “stili” totalmente rivisti dall’immaginario occidentale e che poco avevano in comune con la cultura che imitavano.

Complementare a questo panorama, un incontro molto speciale con Sophie Desrosiers per analizzare un fenomeno simile, fatto di influenze reciproche tra le diverse culture delle Ande, perfettamente rappresentato dalle tecniche di tessitura, “arte maggiore” delle antiche culture che popolarono il Perù.

PROFILO DOCENTI

Chiara Buss  
Laureata in storia dell’arte alla Columbia University di New York, con una specializzazione in paleografia della Scuola dell’Archivio di Stato di Milano. Nel 1974 inizia la specializzazione in storia del tessuto con Donata Devoti dell’Università di Pisa e sino al 1988 scheda i tessuti antichi per la Soprintendenza della Lombardia.
Nel 1979 è socio fondatore del Centro Italiano per lo Studio della Storia dei Tessili e dal 2004 è membro del Comité de Direction  del CIETA (Centre International pour l’Etude des Tissus Anciens) di Lyon. Ha insegnato storia dei tessili in scuole specialistiche come la Domus Academy e la Nuova Accademia di Milano; dal 2000 insegna alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte della Università Cattolica di Milano e dal 2010 al Fashion Institute of Technology di New York presso il Politecnico di Milano.
Ha progettato e curato numerose mostre sulla storia dei tessuti e della moda ed è stata direttore del Museo Studio del Tessuto della Fondazione Antonio Ratti sino al 2006.


Sophie Desrosiers
Sophie Desrosiers insegna storia e antropologia del tessile all'EHESS (École des Hautes Etudes en Sciences Sociales) di Parigi. Desrosiers studia le tradizioni tessili antiche partendo dall'osservazione delle pratiche odierne. Le sue principali aree di studio sono le Ande, i tessuti archeologici dello Xinjiang e la seta tra la Cina e l'Europa durante il tardo periodo antico e medievale.




PROGRAMMA

21 febbraio,  h. 16,00 – 18,30
Chiara Buss   
Dall’Asia Centrale al bacino del Mediterraneo, V-VIII secolo. Dal mondo islamico a quello cristiano, IX- XIX secolo

28 febbraio, h. 16,00 – 18,30
Chiara Buss   
La visione del Katai nei tessili europei. Cineserie, dal XIV al XX secolo

7 marzo, h. 10.00 – 12,30 / 13,30 – 16,00
Sophie Desrosiers   
Les textiles des Andes: techniques et motifs dans un monde en miniature d’influences réciproques entre les hautes terres et la côte sud-centrale du Pérou, depuis le IIIe siècle avant J.-C. jusqu’à la fin de l’empire inca en 1532
(I tessuti delle Ande: tecniche e disegni in un micro-cosmo di influenze reciproche tra le aree di montagna e la costa centro-meridionale del Peru, dal III secolo a.C. sino alla caduta dell’impero inca nel 1532)

La lezione sarà tenuta dalla docente in lingua francese e tradotta in italiano dalla dottoressa Buss.
Il dibattito si terrà in italiano.

14 marzo, h. 16,00 – 18,30
Chiara Buss   
Le indianerie. Tessili e fogge dalla Persia Safavide, dal Cashmere e dall’impero Moghul, XVII- XIX secolo

21 marzo, h. 16,00 – 18,30
Chiara Buss   
Le giapponeserie. L’influenza del kimono e dell’arte giapponese sul concetto europeo di corpo e spazio,  1860’s – 1980’s


TARIFFE

Lezione Chiara Buss (lezione singola): 75 Euro

Giornata di studio con Sophie Desrosiers: 150 Euro


Pacchetto di 5 incontri: 400 Euro 
Pagamento anticipato alla prenotazione.
Il costo è comprensivo di dispense in formato digitale e, al termine del corso, sarà distribuito un attestato di frequenza.

ISCRIZIONI


Le iscrizioni al corso sono a numero chiuso.
Sarà possibile iscriversi fino all’esaurimento dei posti disponibili scrivendo a info@fondazioneratti.org o chiamando la segreteria della FAR al numero +39 031 3384976.
Il corso prenderà il via al raggiungimento di un minimo di 10 iscritti.