Rewind 006

10 Settembre 2020

REWIND

Il periodo di chiusura temporanea è stato per la Fondazione Antonio Ratti l’occasione per rendere attivo il proprio archivio.
Nel corso dei suoi trentacinque anni di attività, la FAR ha promosso numerosi incontri, conferenze, workshop, seminari e pubblicazioni, invitando alla riflessione esperti di ambiti diversi, dall’arte contemporanea alla storia del tessuto, dall’antropologia alla letteratura fino alla cultura d’impresa. Il progetto Rewind ha come scopo la diffusione e la condivisione di questa straordinaria risorsa. Il materiale selezionato, presentato con cadenza bisettimanale, spazia fra periodi e discipline diverse, offrendo una nuova prospettiva su tematiche e idee ancora attuali.
 
Guardare indietro, ri-ascoltare, re-imparare diventano così strategie per andare avanti e l’archivio si attiva come strumento fondamentale per immaginarsi nel futuro.

REWIND 006

Jimmie Durham, Le pietre scartate dal costruttore

03.07.2004, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link
 
Durante la conferenza di apertura della decima edizione dello CSAV - Artists' Research Laboratory, di cui era visiting professor, Jimmie Durham presenta la propria pratica artistica, rifiutando la categoria stessa di arte, così come quella di musica, architettura e letteratura.
 
Partendo dal titolo Le pietre scartate dal costruttore, Durham mette in discussione la figura dell’architetto, che rappresenta l’apice del sistema gerarchico in cui qualcuno decide quale pietra salvare e quale scartare. Nelle sue opere, invece, la pietra - che sia ciottolo o coltello di selce - diventa uno strumento per colpire, scolpire, distruggere e trasformare, cercando in questa trasformazione la possibilità stessa dell’arte.

Jimmie Durham (Arkansas, 1940) è intellettuale, poeta, scrittore e artista visivo. Indiano Cherokee, negli anni Settanta è stato un attivista dell’American Indian Movement e ha rappresentato l’International Indian Treaty Council alle Nazioni Unite. Le sue opere, realizzate prevalentemente con materiali di recupero che normalmente sfuggono all’attenzione o sono considerati completamente privi di valore, vogliono essere un attacco ironico alla persistente struttura coloniale alla base della cultura occidentale. Ha partecipato alle più importanti rassegne internazionali e durante la 58esima Biennale di Venezia (2019) è stato insignito del Leone d’Oro alla carriera. Vive e lavora fra Napoli e Berlino.


---
In precedenza a Rewind

REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 e oltre
17.12.2010, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 002
Marina Warner, Affinità elettive: lo sciamano, l’ospite e il linguaggio delle cose
05.07.2007, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 003
Lea Vergine, L'arte come specchio di paure e desideri
03.04.2009, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify

REWIND 004
Seth Siegelaub, Collezionare tessuti e libri sui tessuti
20.09.2012, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 005
Saviana Parodi e Luca Puri, PROGETTAZIONE IN PERMACULTURA
(Come, imitando gli ecosistemi, possiamo rendere i nostri ambienti più sani ed efficienti)

09.11.2016, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Guarda la conferenza su Vimeo
Ascolta su Soundcloud o su Spotify
REWIND

The temporary closure becomes an opportunity for the Foundation to reactivate its archive. Over the past 35 years FAR has presented numerous conferences, workshops, seminars and publications inviting thinkers from different fields: contemporary art, textile history, anthropology, literature and more. Our Rewind project aims to spread and share this amazing resource.

The selected materials, presented on a biweekly basis, range across different times and disciplines, offering a new perspective on themes and ideas that are still relevant today.
 
Looking back, re-hearing, re-learning become strategies to move forward and the archive is activated as a fundamental tool to imagine ourselves in the future.

REWIND 006

Jimmie Durham,
Stones Rejected by the Builder
03.07.2004, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

In the opening lecture of the X CSAV - Artists’ Research Laboratory, when he was visiting professor, Jimmie Durham presents his artistic practice, rejecting the very category of art, as well as the category of music, architecture and literature.

Starting from the title Stones Rejected by the Builder, Durham questions the figure of the architect, representing a hierarchical system where someone judges which stone can be used and which has to be discarded. In his practice instead, the stones - be them pebbles or flint knives - become tools to be thrown, to carve, to smash or to transform and, within this very transformation, to allow the possibility of art.

Jimmie Durham (Arkansas, 1940) is an intellectual, poet, writer and visual artist. As Indian Cherokee, in the 70s he has been an activist of the American Indian Movement and represented the International Indian Treaty Council within ONU. His work, mainly composed by recycled materials considered worthless or discarded, aims to ironically question the persistent colonial structure at the core of Western culture. He has been invited to the most important international exhibitions and, during the 58th Venice Biennale (2019), he was awarded the Golden Lion for Lifetime Achievement. He lives and works between Neaples and Berlin.


---
Before on Rewind

REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 and Beyond
17.12.2010, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 002

Marina Warner, Elective Affinities: the Shaman, a Guest and the Language of Things
05.07.2007, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 003

Lea Vergine, Art as a Mirror of Fears and Desires
03.04.2009, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify
Download the PDF of the English translation here

REWIND 004
Seth Siegelaub, On Collecting Textiles and Books on Textiles
20.09.2012, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 005
Saviana Parodi and Luca Puri, PERMACULTURE DESIGN
(How we can make our environments healthier and more efficient by imitating ecosystems)
09.11.2016, Archive Fondazione Antonio Ratti
Watch on Vimeo
Listen on Soundcloud or on Spotify