Rewind 012

03 Dicembre 2020

REWIND

Il periodo di chiusura temporanea è stato per la Fondazione Antonio Ratti l'occasione per rendere attivo il proprio archivio.
Nel corso dei suoi trentacinque anni di attività, la FAR ha promosso numerosi incontri, conferenze, workshop, seminari e pubblicazioni, invitando alla riflessione esperti di ambiti diversi, dall'arte contemporanea alla storia del tessuto, dall'antropologia alla letteratura fino alla cultura d'impresa. Il progetto Rewind ha come scopo la diffusione e la condivisione di questa straordinaria risorsa. Il materiale selezionato, presentato con cadenza bisettimanale, spazia fra periodi e discipline diverse, offrendo una nuova prospettiva su tematiche e idee ancora attuali.
 
Guardare indietro, ri-ascoltare, re-imparare diventano così strategie per andare avanti e l'archivio si attiva come strumento fondamentale per immaginarsi nel futuro.

REWIND 012
Miriam Mafai, Il corpo della donna fra libertà e legge
06.03.2009, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud, Spotify, Google Podcasts, Apple Podcasts

“Eppure io pensavo che quest’epoca fosse finita” commenta Miriam Mafai, invitata da Mario Fortunato nell’ambito delle Ratti Lecture per discutere il tema del controllo sul corpo della donna. Partendo dall’assunto che il principio dell’habeas corpus “storicamente vale per tutti tranne che per le donne” Mafai traccia un percorso che dalla considerazione del corpo femminile nelle religioni rivelate, arriva agli stupri considerati un bottino di guerra, fino alla necessità antichissima di stabilire un’appartenenza legale per le donne, che sia al padre, al marito, al fratello o perfino a un “curatore del grembo”. Tutte forme di controllo riconducibili, secondo antropologi e antropologhe, non solo al corpo della donna in sé, ma anche e soprattutto alla sua capacità riproduttiva. Mafai analizza quindi criticamente le conquiste avvenute nel Novecento, frutto di un fertile incontro tra movimenti radicali e lotte femministe:dalla possibilità di accedere alla magistratura fino alla pillola anticoncezionale e alla legge sull’aborto. La conclusione, però, non può che essere amara: lontana dall’essere risolta, la questione del controllo sul corpo delle donne si riflette nell’allora recentissima questione del caso Eluana Englaro, arrivando così a toccare ogni fase del ciclo della vita, inclusa la sua fine.

Miriam Mafai (Firenze 1926 – Roma 2012), è stata una giornalista, scrittrice e politica italiana. Impegnata politicamente fin da giovanissima, partecipa alla resistenza antifascista a Roma e nel dopoguerra si iscrive al Partito Comunista Italiano. Solo nel 1994, dopo l’adesione al partito di Alleanza Democratica, viene eletta alla Camera dei Deputati. Mafai fu una figura di rilievo del giornalismo italiano del secondo Novecento: negli anni Cinquanta è corrispondente da Parigi per il settimanale Vie nuove, poi per L'Unità, fra gli anni Sessanta e Settanta è direttrice di Noi donne e poi inviata per Paese Sera. Contribuisce alla nascita di La Repubblica nel 1976 e ne diviene editorialista. Dal 1983 al 1986 è presidente della Federazione nazionale della stampa italiana. Femminista militante e attenta osservatrice della condizione femminile, ha curato il volume Le donne italiane. Il chi è del '900 (1993) ed è stata autrice di importanti testi di saggistica quali L'apprendistato della politica. Le donne italiane nel dopoguerra (1979), Pane Nero. Donne e vita quotidiana nella seconda guerra mondiale (1987); Il lungo freddo. Storia di Bruno Pontecorvo, lo scienziato che scelse l'Urss (1992); Botteghe Oscure addio. Com'eravamo comunisti (1996); Dimenticare Berlinguer (1996); Il sorpasso. Gli straordinari anni del miracolo economico 1958-1963 (1997); Il silenzio dei comunisti (2002).


--
In precedenza a Rewind

REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 e oltre
17.12.2010, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud, Spotify,
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 002
Marina Warner, Affinità elettive: lo sciamano, l'ospite e il linguaggio delle cose
05.07.2007, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 003
Lea Vergine, L'arte come specchio di paure e desideri
03.04.2009, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify

REWIND 004
Seth Siegelaub, Collezionare tessuti e libri sui tessuti
20.09.2012, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 005
Saviana Parodi e Luca Puri, PROGETTAZIONE IN PERMACULTURA
(Come, imitando gli ecosistemi, possiamo rendere i nostri ambienti più sani ed efficienti)

09.11.2016, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Guarda la conferenza su Vimeo
Ascolta su Soundcloud o su Spotify

REWIND 006
Jimmie Durham, Le pietre scartate dal costruttore
03.07.2004, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 007
Enrico Ghezzi, 
Mi è sembrato di vedere un gatto
02.12.2007, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud o Spotify

REWIND 008
Catherine David, Pratiche estetiche sperimentali in Medio Oriente
16.07.2009, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 009
Susan Hiller, La trama provvisoria del reale
14.07.2011, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Guarda la conferenza su Vimeo
Ascolta la conferenza su Soundcloud, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 010
Patrick McGrath, Trauma
23.11.2007, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

REWIND 011
Allan Kaprow, Soltanto fare
05.07.1997, Archivio Fondazione Antonio Ratti
Ascolta la conferenza su Soundcloud, Spotify, Google Podcasts, Apple Podcasts
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link




REWIND

The temporary closure becomes an opportunity for the Foundation to reactivate its archive. Over the past 35 years FAR has presented numerous conferences, workshops, seminars and publications inviting thinkers from different fields: contemporary art, textile history, anthropology, literature and more. Our Rewind project aims to spread and share this amazing resource.
The selected materials, presented on a biweekly basis, range across different times and disciplines, offering a new perspective on themes and ideas that are still relevant today.
 
Looking back, re-hearing, re-learning become strategies to move forward and the archive is activated as a fundamental tool to imagine ourselves in the future.

REWIND 012
Miriam Mafai, Women’s Body between Freedom and Law
06.03.2009, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud, Spotify, Google Podcasts, Apple Podcasts
Download the PDF of the English translation here

"But I wish this era was over" comments Miriam Mafai, invited by Mario Fortunato at the Ratti Lectures, to discuss the issue of control over women's bodies. Starting from the assumption that the principle of habeas corpus "historically applies to everyone except women", Mafai traces a path that goes from the consideration of the female body in revealed religions, and rapes considered as spoils of war to the very ancient practice to establish a legal affiliation for women, whether to their father, husband, brother or even a "curator of the womb". All forms of control, according to anthropologists, can be traced not only to the woman's body itself, but also, and above all, to her reproductive capacity. Mafai therefore critically analyzes the achievements of the twentieth century and the result of a fertile encounter between radical movements and feminist struggles: from the possibility of access to the judiciary, the birth control pill, and the law on abortion. The conclusion, however, can only be bitter: far from being resolved, the question of control over women's bodies is reflected in the issue of the Eluana Englaro case, which was a recent event at the time, involving every phase of the life cycle, including its end.

Miriam Mafai (Florence 1926 - Rome 2012), was an Italian journalist, writer, and politician. Politically engaged since a very young age, she participated in the anti-fascist resistance in Rome and after the war, she joined the Italian Communist Party. Only in 1994, after joining the Democratic Alliance party, she was elected to the Chamber of Deputies. Mafai was an important figure in Italian journalism in the second half of the twentieth century: in the 1950s she was correspondent for the weekly magazine Vie nuove in Paris, then for L'Unità, between the 1960s and 1970s she was director of Noi donne and then a correspondent for Paese Sera. She contributed to the birth of La Repubblica in 1976 and became its editorialist. From 1983 to 1986, she was president of the National Federation of the Italian Press. As a militant feminist and careful observer of the condition of women, she was the editor of the volume Le donne italiane. Il chi è del '900 (1993) and the author of important essays such as L'apprendistato della politica. Le donne italiane nel dopoguerra (1979); Pane Nero. Donne e vita quotidiana nella seconda guerra mondiale (1987); Il lungo freddo. Storia di Bruno Pontecorvo, lo scienziato che scelse l’USSR (1992); Botteghe Oscure addio. Com'eravamo comunisti (1996); Dimenticare Berlinguer (1996); Il sorpasso. Gli straordinari anni del miracolo economico 1958-1963 (1997); Il silenzio dei comunisti (2002).


---
Before on Rewind

REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 and Beyond
17.12.2010, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 002

Marina Warner, Elective Affinities: the Shaman, a Guest and the Language of Things
05.07.2007, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 003

Lea Vergine, Art as a Mirror of Fears and Desires
03.04.2009, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify
Download the PDF of the English translation here

REWIND 004
Seth Siegelaub, On Collecting Textiles and Books on Textiles
20.09.2012, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 005
Saviana Parodi and Luca Puri, PERMACULTURE DESIGN
(How we can make our environments healthier and more efficient by imitating ecosystems)
09.11.2016, Archive Fondazione Antonio Ratti
Watch on Vimeo
Listen on Soundcloud or on Spotify

REWIND 006
Jimmie Durham, 
Stones Rejected by the Builder
03.07.2004, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify

REWIND 007
Enrico Ghezzi, I Thought I Saw a Pussy-cat
02.12.2007, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud o Spotify
Download the PDF of the English translation here

REWIND 008
Catherine David, Experimental aesthetic practices in the Middle East
16.07.2009, Archive Fondazione Antonio Ratti

REWIND 009
Susan Hiller, The Provisional Texture of Reality

14.07.2011, Archive Fondazione Antonio Ratti
Watch on Vimeo
Listen on Soundcloud, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify

REWIND 010
Patrick McGrath, Trauma
23.11.2007, Archive Fondazione Antonio Ratti
Listen on Soundcloud, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify

REWIND 011
Allan Kaprow, Just Doing
05.07.1997, Archive Fondazione Antonio Ratti