Premio EPSON Far per la ricerca artistica

21 Luglio 2011

Il Premio Epson FAR per la ricerca artistica è stato istituito nel 2006 grazie al contributo di Epson Italia, che ha scelto di sostenere i giovani artisti partecipanti, premiando con un prodotto di alta tecnologia Epson le opere di maggiore interesse sotto il profilo della sperimentazione visiva.

In considerazione della peculiare modalità con la quale si è svolto il corso di quest'anno, e in particolare l'esperienza di Corso Aperto, caratterizzata da una continua evoluzione e trasformazione dei lavori esposti dai giovani artisti e dalla presenza di numerosi progetti collaborativi sviluppatisi nei giorni della residenza, la giuria ha ritenuto di accettare la proposta di non attribuire premi individuali.
I venti artisti internazionali partecipanti al XVII Corso Superiore di Arti Visive hanno, infatti, suggerito di destinare i premi alla costituzione di un primo nucleo di un laboratorio sperimentale ad alta tecnologia Epson da costituirsi all'interno della Fondazione Antonio Ratti e destinato ai futuri partecipanti al CSAV, nonché ad altri artisti, sulla base di progetti e richieste specifiche.
La giuria accogliendo tale suggerimento ha deciso, infatti, di riconoscere lo sforzo di condivisione e il livello di partecipazione che tutto il gruppo ha espresso, mettendo in discussione anche il significato dei premi nelle manifestazioni d'arte contemporanea e proponendo nuove possibilità di utilizzo delle risorse.

La giuria è composta da Carla Conca (Business Manager Videoproiettori di Epson Italia), Andrea Lissoni (Curatore del Corso Superiore di Arti Visive) e Roberto Pinto (Docente di Storia dell’arte e curatore).
The Epson FAR Award for the artistic research was created in 2006 thanks to the contribute of Epson Italia, that has chosen to sustain the young participants, giving as an award a high technology product to the most interesting works from the point of view of the visual experimentation.

Considering the peculiar way in which the course was developed this year, in particular the experiment of Corso Aperto, characterized by a continuous evolution and transformation of the exhibited works by the young artists and by the presence of numerous collaborative initiatives developed during the residence, the jury accepted the proposal of not giving individual awards.
In fact, the twenty international artists of the XVII Advanced Course in Visual Arts proposed to donate the awards to the constitution of a first basis of an experimental, high technology Epson laboratory, to be created at Fondazione Antonio Ratti, and destined to the future participants of the course and to other artists, according to their specific projects and demands.
The jury welcomed the suggestion and decided to recognize the effort of sharing and the level of participation of the whole group, that indeed questioned the meaning of the awards in the manifestations of contemporary art and proposing new possibilities for the use of such resources.

The jury was composed by Carla Conca (Business Manager of video projectors, Epson Italy); Andrea Lissoni (Curator of the Advanced Course in Visual Arts), and Roberto Pinto (Professor of History of Art and curator).