La Kunsthalle più bella del mondo XIX: Temporary Kunsthallen

22 Marzo 2012

Ex-post office, Manifesta 8, Murcia
Ex-post office, Manifesta 8, Murcia
Le organizzazioni indipendenti e temporanee sono sempre state protagoniste importanti delle pratiche culturali in generale e delle arti visive in particolare. Tuttavia, è chiaro che tali iniziative effimere e visionarie non sono mai state così presenti e importanti come al giorno d'oggi.



Dalle iniziative indipendenti gestite da artisti, alle proposte collettive per nuove configurazioni dei luoghi per l'arte, fino alle infinite varianti di progetti  non-istituzionali, questi spazi e queste organizzazioni svolgono un ruolo decisivo nello sviluppo della odierna geografia culturale. Funzionano, infatti, come stimolo per la costruzione dell'identità di un territorio, modificano i normali contesti, generano e consolidano  comunità. Dunque questi spazi temporanei, visionari e nomadi sono un elemento chiave per l'evoluzione e il cambiamento del sistema dell’arte.


Per animare una discussione su questi aspetti di transitorietà e utopia nelle arti contemporanee, abbiamo invitato Viktor Misiano e Bartolomeo Pietromarchi, tre personaggi che hanno accumulato esperienze significative in queste “Kunsthalle temporanee”.



APPROFONDISCI


giovedì 22 marzo 2012
ore 18
Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota
Via per Cernobbio, 19
22100 Como - I

Info:
t.: +39 0313384976
Self-organization and transience have always been important features of many initiatives related to cultural practices in general, and to visual arts in specific. However, it seems very clear that the occurrence of such ephemeral, visionary phenomena has never before known such a relevant presence as nowadays.

From the independent, artist's run initiatives, the collective proposals for new configurations of places for art, and all the variations of non-institutionalized proposals, such categories of spaces and organizations play a preponderant role in the development of the current cultural geography. Functioning as triggers for the construction of the identity of a given area, convulsing entire established scenes, and acting as builders and solidifiers of community processes, such temporary, visionary, and nomad spaces are a key element for the evolution and mutation that characterizes the system of the arts.

Given that importance, we have invited Viktor Misiano and Bartolomeo Pietromarchi, three individuals with a wide professional experience related to these Temporary Kunsthalle, to animate a discussion about these aspects of impermanence and utopia in the contemporary arts.

READ MORE


Thursday, 22 March 2012
6pm
Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota
Via per Cernobbio, 19
22100 Como - I

Info:
t.: +39 0313384976