Paolo De Santis, Marco De Michelis, Nikolaus Hirsch e Angela Vettese. 
Foto: Camilla Querin. Wilfried Kuehn, Simona Malvezzi, Paul Robbrecht, Dieter Bogner, Frank Boehm e Andreas Angelidakis. 
Foto: Camilla Querin. Foto: Camilla Querin. Foto: Camilla Querin. Foto: Camilla Querin. Alanna Heiss.
Foto: Daria Carmi. Paola Nicolin e Alanna Heiss.
Foto: Daria Carmi. Alberto Abruzzeze, Pier Luigi Sacco, Luca Martinazzoli, Angela Vettese e Stefano Baia Curioni. 
Foto: Camilla Querin. Alberto Abruzzeze, Pier Luigi Sacco, Luca Martinazzoli, Angela Vettese e Stefano Baia Curioni. 
Foto: Camilla Querin. Marco De Michelis e Carolyn Christov-Bakargiev.
Foto: Camilla Pietrabissa.

La Kunsthalle più bella del mondo

La Fondazione Antonio Ratti e la Camera di Commercio di Como (nell’ambito dell’iniziativa Laboratorio Como) hanno il piacere di annunciare La Kunsthalle più bella del mondo, un progetto di ricerca internazionale che si svolgerà tra il 2010 e il 2012.  Coinvolgerà un grande numero di curatori, critici, storici dell’arte, artisti ed esperti provenienti da diversi contesti e ambiti disciplinari, in una discussione articolata e complessa sulle pratiche espositive dell’arte contemporanea all’inizio del ventunesimo secolo.

Il progetto La Kunsthalle più bella del mondo muove i suoi passi dalla consapevolezza di una peculiare condizione di crisi che richiede una revisione critica delle pratiche, una ridefinizione delle identità delle differenti istituzioni e dei diversi protagonisti, una riflessione coraggiosa sui mutati rapporti tra arte, società e pubblico e sui confini cangianti dei territori attuali dell’arte contemporanea e delle sue relazioni transdisciplinari.

Nell’arco di due anni, a partire dall’autunno 2010, La Kunsthalle più bella del mondo svilupperà una riflessione esaustiva sul sistema internazionale dell’arte contemporanea, i suoi protagonisti, le sue istituzioni, i suoi territori e i suoi peculiari e controversi caratteri. Le tematiche che verranno affrontate nel corso del 2011 e del 2012 analizzeranno i diversi modelli di centri espositivi e le loro caratteristiche; la relazione tra economia e arte; la definizione e l’identità della figura del curatore; le pubblicazioni d’arte e altre questioni legate al fare e produrre mostre. Particolare attenzione verrà data al panorama italiano e alle sue peculiarità.

Il progetto consisterà in circa 25 eventi pubblici, ciascuno dedicato a una problematica specifica – teorica, critica, storica, operativa o organizzativa – con la partecipazione di specialisti chiamati a testimoniare una particolare “case−story” e a riflettere sugli aspetti più generali della loro esperienza professionale. Gli eventi prenderanno, in tale modo, la forma di compatti convegni articolati in una conferenza introduttiva e nei successivi interventi degli altri partecipanti, ma anche di presentazioni affidate ad un solo ospite o di dialoghi e interviste.

Ciascun appuntamento sarà preparato attraverso la predisposizione di dossier tematici che confluiranno successivamente, insieme alla documentazione degli eventi, sul sito di Laboratorio Como e sul sito web della Fondazione Antonio Ratti. In questo modo prenderà forma una sorta di archivio continuamente aggiornato dedicato alla discussione delle pratiche espositive dell’arte contemporanea.

Laboratorio Como è un progetto della Camera di Commercio, avviato già da qualche anno, che rappresenta un momento di esplorazione ed analisi delle molteplici interconnessioni che uniscono crescita economica, innovazione, sviluppo urbano, cultura, creatività, valutando il ruolo che Como e il suo territorio possono assumere nell'attuale contesto evolutivo generale.

Il progetto La Kunsthalle più bella del mondo è stato concepito per giungere all’elaborazione di un programma originale per il Centro delle Arti Contemporanee di Como, attraverso un percorso biennale, lungo il quale saranno prese in esame, discusse ed aggiornate le problematiche rilevanti riconoscibili del panorama contemporaneo internazionale.

La responsabilità scientifica del progetto è di Marco De Michelis, Direttore della Fondazione Antonio Ratti, con il coordinamento di Filipa Ramos e la collaborazione del Centro ASK (Art, Science, Knowledge) dell’Università Bocconi di Milano e del Corso di Laurea specialistica in Arti Visive (Clasav) dell’Università IUAV di Venezia.

BLOG DE LA KUNSTHALLE PIU BELLA DEL MONDO

The most beautiful Kunsthalle in the world

Fondazione Antonio Ratti together with the Camera di Commercio di Como (in the ambit of the initiative Laboratorio Como 2010) are pleased to announce The most beautiful Kunsthalle in the world, an international research project developed between 2010 and 2012 involving a wide range of curators, critics, historians of art, artists and professionals from diverse disciplinary fields and contexts, in an ongoing debate about exhibition practices of contemporary art in the beginning to the 21st century.

The project of The most beautiful Kunsthalle in the world departs from the recognition of a peculiar condition of crisis that demands for a critical revision of the practices, a redefinition of the identities of the different institutions and protagonists, a brave reflection upon the changing relations between art, society and public and on the moving borders of the current territories of contemporary art and its interdisciplinary relations.
Within a time frame of two years and starting in the Fall of 2010, The most beautiful Kunsthalle in the world will develop an exhaustive reflection upon the international artistic system, its protagonists, institutions, territories and its specific and controversial features. The themes that will be discussed in 2011 and 2012 will range from the analysis of the diverse models of exhibition spaces and its characteristics; the relation between economy and art; the definition and identity of the figure of the curator; the publications of art and other questions related to all the aspects of doing and producing exhibitions. A particular attention will be given to the Italian panorama and its peculiarities.

The project will consist of approximately 25 public events, each dedicated to a specific problematic – theoretical, historical, critical, operational or organizational – with the participation of specialists, invited to share a specific “case-story” and to reflect about some more general aspects of their professional experience. Therefore, the events will become concise conventions developed in an introductory talk and in the successive interventions of the other participants, but also with presentations done by a single guest, as well as dialogues or interviews.

Each event will be prepared through thematic dossiers each panel of discussion that afterwards will be published, along with the documentation of the events, on the website of Laboratorio Como and on the website of Fondazione Antonio Ratti. This will generate a sort of archive continuously updated, dedicated to the discussion of the exhibition practices of contemporary art.

Laboratorio Como is a project of the Camera di Commercio, developed within the last years, which represents a moment of research and analysis of the multiple connections that unify economic growth, innovation, urban development, culture, creativity, evaluating the role that Como and its territory can play in the current general context.
The project The most beautiful Kunsthalle in the world was conceived to attain to the elaboration of an original programme for the Centre of Contemporary Arts of Como. It will do so through a Biennial process that will examine, discuss and update the relevant recognizable problematic of the international contemporary panorama.

The entire project is under the scientific responsibility of the Director of the Fondazione Ratti, Marco De Michelis, with the general coordination of Filipa Ramos and the collaboration of Centro ASK (Art, Science, Knowledge) of University Bocconi of Milan and of the Graduate Program in Visual and Performing Arts (Clasav) of the University IUAV of Venice.

BLOG OF THE MOST BEAUTIFUL KUNSTHALLE IN THE WORLD