Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota, foto: Giovanna Silva

Portfolio fotografico di Giovanna Silva - 25 gennaio 2011





Fondazione Antonio Ratti

La Fondazione Antonio Ratti, Ente Morale senza scopo di lucro, Onlus, nasce nel 1985 dal desiderio del suo creatore e ispiratore Antonio Ratti di trasformare la sua profonda passione personale per l’arte e il tessuto in una realtà attiva nel mondo della cultura.
La FAR ha come fine statutario la promozione di iniziative, ricerche e studi di interesse artistico, culturale e tecnologico nel campo della produzione tessile e dell'arte contemporanea.
Presieduta da Annie Ratti si dedica ad approfondire la storia e la cultura del passato, ad indagare le tendenze attuali della cultura nazionale ed internazionale, ad analizzare i cambiamenti nel costume e nell’arte, avvalendosi quando è possibile della collaborazione con altre istituzioni.
Attraverso le attività della FAR, studiosi del tessile e dell'arte contemporanea, intellettuali e artisti affermati, insieme a giovani promesse, hanno l'opportunità di approfondire le proprie ricerche, di produrre nuovi lavori, di raggiungere il pubblico più vasto degli appassionati, la critica più avveduta, le istituzioni più prestigiose, pubbliche e private.
Nel 1995 la FAR ha contribuito alla creazione dell'Antonio Ratti Textile Center al Metropolitan Museum of Art di New York, uno spazio di 2300 mq dove sono state raccolte e catalogate tutte le collezioni tessili del Museo americano. L'Antonio Ratti Textile Center è aperto al pubblico ed è visitabile su appuntamento.
Dalla primavera del 2010, la sede della Fondazione occupa la bellissima Villa Sucota, lungo il Km della conoscenza che congiunge Como con Cernobbio, con nuove e più ampie disponibilità di spazi e di attrezzature che hanno consentito un ampliamento delle sue attività.




ANTONIO RATTI 1915 - 2002
Antonio Ratti, nominato Cavaliere del Lavoro nel 1972, Honorary Trustee del Metropolitan Museum of Art di New York, è stato uno degli esponenti più significativi dell'imprenditoria italiana, nonché uno dei mecenati più illuminati della scena nazionale e internazionale.
Oltre alla passione per l'arte della seta, che è diventata il fulcro della sua attività imprenditoriale, Antonio Ratti ha coltivato un forte interesse per l'arte in generale. Non a caso il suo nome è legato alle più grandi istituzioni culturali quali il Guggenheim, il Museum of Modern Art e il Metropolitan Museum of Art di New York, Palazzo Grassi di Venezia, Palazzo Reale e il Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano.
Nato a Como il 22 settembre 1915, fonda nel 1945 la "Tessitura Serica Antonio Ratti" per la ideazione e la commercializzazione di tessuti per cravatte e foulard in seta. È la prima tappa di una lunga attività imprenditoriale che culminerà nella creazione del Gruppo Ratti - attualmente presieduto da sua figlia Donatella - uno dei più importanti produttori al mondo di tessuti ad alto contenuto tecnologico-creativo.
Dotato di una spiccata sensibilità verso l'innovazione e la ricerca non solo industriale, nel 1985 Antonio Ratti crea a Como l'omonima Fondazione, dedicata interamente alla ricerca culturale e storica nell'ambito del tessile (collezione di tessuti antichi, mostre tematiche e forum) e alla promozione dei migliori talenti nell'ambito delle arti visive.
Nel 1995 Antonio Ratti decide di finanziare la creazione al Metropolitan Museum of Art di New York di un centro per la conservazione, il restauro e la catalogazione delle collezioni tessili di proprietà del museo americano,precedentemente ospitate presso i singoli dipartimenti del Museo stesso.
Nasce così l'Antonio Ratti Textile Center al Metropolitan Museum of Art, una delle strutture più grandi e meglio attrezzate, oggi aperte al pubblico nei musei d'arte, per lo studio e la conservazione dei tessili.
Nel novembre del 1998 viene inaugurato il Museo Tessile della FAR - successivamente denominato Museo Studio del Tessuto - che ospita la collezione di tessuti antichi raccolta con passione e lucidità da Antonio Ratti durante tutta la sua vita.
A succedergli alla guida della FAR, dopo la sua scomparsa avvenuta nel 2002, è sua figlia, Annie Ratti.







Fondazione Antonio Ratti

Fondazione Antonio Ratti, Onlus, is a non-profit Organization, founded by Antonio Ratti in 1985. The aim of the founder was to transform his deep personal passion for art and textiles into an active reality in the world of culture.
The statutory purpose of the foundation is to promote initiatives, research and the study of artistic, cultural and technological interest in the fields of textile production and contemporary art.
The Foundation, headed by Annie Ratti is dedicated to acknowledge the history and culture of the past, and interpret the latest national and international trends and observe the changes in costume and art.
Through FAR's activity, scholars of textile and contemporary art together with established and emerging artists, have the opportunity to extend their research, to produce new work, and to reach a wider audience of art lovers, the most renowned critics and the most prestigious institutions, both in the public and in the private sector.
Textile and contemporary art thus become fields of experimentation, and a place to study the contemporary.
In 1995, FAR set up the Antonio Ratti Textile Center at the Metropolitan Museum of Art in New York, a 2300 m2 space devoted to the storage, restoration and conservation of all the textile collections of the American Museum. The Antonio Ratti Textile Center is open to the public by appointment.
From Spring 2010, the Foundation is located in the stunning Villa Sucota, situated within the kilometre of knowledge that links Como with Cernobbio. Its new and larger availability of spaces and equipment allow a widening of its activities.


ANTONIO RATTI 1915 - 2002

Antonio Ratti, Cavaliere del Lavoro in 1972, and Honorary Trustee of the Metropolitan Museum of Art in New York, was one of the most significant contributors of the Italian entrepreneurship, as well as one of the most illustrious patrons of the national and international scene.
Besides his passion for the art of silk, which became the core of his activity as an entrepreneur, Antonio Ratti also cultivated a remarkable interest in art in general. In fact, his name is associated some major cultural institutions, such as the Guggenheim Foundation and Museum, the Museum of Modern Art and the Metropolitan Museum of Art in New York, the Palazzo Grassi in Venice, the Palazzo Reale and the Padiglione d'Arte Contemporanea in Milan.
Born in Como on the 22nd September 1915,in 1945 he established the 'Tessitura Serica Antonio Ratti', for the creation and commercialisation of textiles for silk ties and shawls. That was the first step in a long business career, which culminated in the creation of the Ratti Group (Gruppo Ratti), now managed by his daughter, Donatella Ratti, which is one of the most important producers of technologically creative textiles in the world.
With his acute sensibility towards innovation and research, far beyond the industrial field, Antonio Ratti created in Como the homonymous Foundation, entirely dedicated to cultural and historical textile research and to the promotion of the best talents in the visual arts. In 1995 Antonio Ratti decides to sponsor the creation of a centre for the conservation, restoration and cataloguing of the textile collections of the Metropolitan Museum of Art, which were previously hosted by each single department of the museum.
Thus the Antonio Ratti Textile Centre of the Metropolitan Museum of Art is born, becoming one of the biggest and most advanced public structures dedicated to the research and conservation of textiles within a Museum.
In November 1998 the Textile Museum of FAR was inaugurated (later called Textile Studio Museum). It hosts the antique textiles that Antonio Ratti collected throughout his life with passion and accuracy.
His daughter Annie Ratti succeeded him in the leadership of FAR after his death in 2002.