Sistemi Solari Fantastici

01 Maggio 2017

Matteo Rubbi, Notte d'Estate a Montevideo, 2017, Parco di via Anzani, Como Poster per l'evento Sistemi Solari Fantastici, design alunni Istituto Paolo Carcano Performance, partecipata Sistemi Solari Fantastici, 2017 Performance, partecipata Sistemi Solari Fantastici, 2017

Sistemi Solari Fantastici
Performance collettica per Notte d'Estate a Montevideo

Mercoledì 31 maggio alle ore 14,30
Parco di Via Anzani, Como

Mercoledì 31 maggio alle ore 14,30 avrà luogo presso il Parco di Via Anzani la performance Sistemi Solari Fantastici. L'evento nasce da un'idea dell'artista Matteo Rubbi come parte dell'opera Notte d'Estate a Montevideo: l'intervento sulla pavimentazione del campo da gioco del parco che valorizza l'area come un nuovo spazio libero polifunzionale a dispozisione del quartiere e delle associazioni che si occupano di attività culturali e di coesione sociale.

Sistemi Solari Fantastici prevede il coinvolgimento delle classi V della scuola primaria del quartiere, "Severino Gobbi", e del loro "tutor" dell'occasione, un gruppo di studenti degli istituti superiori "Paolo Carcano" e "Gaetano Pessina" del Centro Promozione Legalità. L'opera di Matteo Rubbi verrà animata dagli allievi che, seguendo alcune indicazioni fornite dall'artista stesso, reinterpreteranno il tema del movimento degli astri.

SISTEMI SOLARI FANTASTICI
Sistemi Solari Fantastici
è il frutto di un percorso laboratoriale che ha coinvolto allievi e docenti di diverse scuole del quartiere Como Borghi, nato nell'ambito dell'invito rivolto al Comitato delle Fondazioni Italiane di arte contemporanea e promosso dalla Direzione Generale del MIBACT sui temi delle periferie urbane, della partecipazione e relazione tra giovani e arte contemporanea. L'evento rappresenta il punto di arrivo di un percorso sviluppato dagli attori culturali del progetto (Progetto Gemini, Centro Servizi per il Volontariato e Settore Relazioni Internazionali - Comune di Como, Fondazione Antonio Ratti, Chiostrino Artificio e Cooperativa CSLS) per attivare l'opera d'arte - il campetto rinnovato - e far si che il luogo prenda nuova vita in relazione con il contesto e la sua comunità.

MATTEO RUBBI
Studia pittura presso l'Accademia di Brera, Milano, diplomandosi in arti visive nel 2005. Nell'estate del 2006 partecipa alla XII edizione dello CSAV - Artists Research Laboratory presso la Fondazione Antonio Ratti di Como. Nel 2007 fonda, insieme a Emiliana Sabiu e Marco Colombaioni, l'associazione Cherimus, con sede a Perdaxius, nel Sulcis-Iglesiente, in Sardegna. Obiettivo dell'associazione è di innescare un rapporto nuovo tra arte contemporanea e territorio. Nel 2008-2009 partecipa al programma di residenza Le Pavilion, Palais de Tokyo, Parigi. Nel 2011 vince l'VIII edizione del Premio Furla, e nel 2012 è artista in residenza presso ASU Art Museum, Tempe, USA. Ha esposto con mostre personali alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Castello di Rivoli, Torino; Palais de Tokyo, Parigi; CNAC Le Magasin, Grenoble; PAC, Milano; GAMeC, Bergamo; Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano; MAN, Nuoro; MAXXI, Roma; MACRO, Roma; Isola Art Center, Milano.

Un progetto di:
Artificio
Fondazione Antonio Ratti
Radici e Ali

Promosso da:
MIBACT - Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane

In collaborazione con:
Centro Promozione Legalità
Istituto Paolo Carcano
Istituto Gaetano Pessina
Progetto Gemini
Istituto Compresivo Como Centro Città
Associazione La Zona
Cooperativa Arca di Como